news


ZZZ Zanzare che incubo

Pubblicato il 28/07/2020
ZZZ Zanzare che incubo

L’estate è ormai iniziata da qualche settimana, le zanzare sembrano più attive che mai. Lozioni, spray, zampironi e altre tecniche spesso sembrano non dare l’effetto sperato.

La sostanza insetto repellente più diffusa al mondo è la DEET (N,N-dietil-m-toluammide), rappresenta al momento il più efficace e diffuso repellente antizanzare ed è utilizzato in moltissimi prodotti in diverse concentrazioni. La sua azione repellente ha effetto anche su tafani, pulci, zecche e altri insetti molesti. A seconda della concentrazione di DEET l’azione repellente sulla pelle può durare dalle 3 alle 8 ore, quindi in molti casi sono opportune seconde e terze applicazioni se si resta all’esterno per molto più tempo. I prodotti che contengono DEET possono essere utilizzati sui bambini sopra i due anni. Prima dell’utilizzo leggere sempre le istruzioni riportate sull’etichetta e, quando applicate il prodotto sui bambini, spruzzatelo prima sulle vostre mani e poi sulla loro pelle.

Un’alternativa è la sostanza icaridina che come la DEET protegge dalle punture di zecche e di zanzare, a differenza di quest’ultimo però è un repellente ben tollerato dalla pelle, ed è quindi adatto ai bambini a partire da 1 anno di età e alle persone con pelli sensibili.

Per i bimbi più piccoli il consiglio è di spostarsi su repellenti naturali a base di Salvia, Citronella, Eucalipto, Olio di neem e Lavanda.

Studi non confermati sviluppati presso l’Università della Florida, inoltre hanno dimostrato che l’assunzione di vitamina B1 (Tiamina) sarebbe in grado di far produrre al nostro organismo un particolare odore che costringerebbe le zanzare a starvi lontano.

La vitamina B1 è una delle otto vitamine del gruppo B. Tale vitamina, come tutte le altre vitamine B, trasforma il cibo in energia ma protegge anche il nostro sistema immunitario. Si tratta di una vitamina idrosolubile che, se assunta in quantità maggiore del nostro fabbisogno, si espelle facilmente attraverso la sudorazione; in questo modo sembrerebbe conferire alla nostra pelle un odore non gradito alle sole zanzare. La dose consigliata per ottenere un tale effetto dovrebbe essere di 100mg al giorno.

Un ricco contenuto di tale vitamina possiamo rintracciarlo in alimenti come legumi e cereali, soprattutto in corrispondenza del chicco, lievito di birra, gemme di grano, pinoli, soia, noci, miglio e farina integrale.

Sempre secondo il Dott. Jerry Butler, a capo del team di ricercatori dell’Università della Florida un effetto antizanzara potremmo riscontrarlo anche grazie alla vitamina B6 e vitamina C. Gli alimenti caratterizzati da alte concentrazioni di vitamine del gruppo B (B1 e B6) e vitamina C avrebbero il potere di alterare la qualità del sudore, rendendoci «inappetibili» alle zanzare. Quindi se non sopportate più questi insetti fastidiosi perché non provare a validare questa teoria?? Se hai bisogno di maggiori consigli passa da noi, oppure contattaci!!